La vendetta della “bretella”…

L’unica certezza quando si ha a che fare con gli uomini è che non potranno mai conciarsi peggio di alcuni personaggi femminili (forse…) per oggettiva poca varietà…

L’abbigliamento maschile e gli accessori sono piuttosto limitati, c’è meno scelta quindi tutto sommato creare abbinamenti da circo equestre è abbastanza difficile, certo a volte riuscite ad impegnarvi anche voi…

fenomenoPassino i jeans strappati, vanno di moda, li ho pure io e tutto sommato a meno che non ti si aprano sulle chiappe mostrando i boxer di Homer Simpson non sono disprezzabili, l’unico consiglio che posso dare in merito è di evitare di spendere cifre impropositive per comprarli di marca perchè il lavaggio e le torture a cui sono sottoposti li rendono piuttosto delicati e poco durevoli, tanto vale quindi spendere meno o riciclarne un paio usati, sarete comunque alla moda,

La foto non l’ho fatta io ma un collega che ho contagiato in questo ultimo anno con la mia mania di commentare le brutture che si vedono in giro, in quanto a foto il suo cellulare è pessimo quindi non riesco a capire se il ragazzo qui sopra ha usato un pezzo di risvolto dei pantaloni per fare anche i lacci delle scarpe o viceversa e con la parte mancante dei pantalonidi ha fatto le scarpe… Il modello acqua in casa in ogni caso con scarpa bassa ed esposizione del calzino bianco candido non si può proprio vedere nemmeno in outfit casual…

In ogni caso se si segue una linea pseudo hippy come si puo pensare poi di metterci sopra il giubbotto di pelle alla fonzie? O è zuppa o pan bagnato, si dice dalle mie parti.

Ma il pezzo migliore, che ho appositamente lasciato per ultimo sono le bretelle(Ammesso che siano bretelle…) Accessorio che deve creare contrasto e fin qui ci siamo, potevo quasi perdonargli il calzino ma, perchè non le porti come tutti i normali esseri umani? Dovrebbero servire a tener su i pantaloni in linea teorica, soprattutto se come presumo sono quelli a cavallo e vita bassa che ad oggi, ancora non mi spiego come rimangano al loro posto non lasciandovi in mutande in mezzo a corso Vittorio Emanuele. Ma tornando alle bretelle… Tenute in quel modo qual’è la loro utilità? Sostenere le chiappe quando stai in piedi? Attaccarci l’ombrello se piove? Ancorare la fidanzata così non si perde nel traffico milanese?

Non lo sapremo mai, l’unica cosa che mi auguro è che non sia rimasto incastrato nei tornelli della metropolitana anche se ammetto che, la scena sarebbe parecchio divertente. (Un po’ se l’è cercata)

Annunci

4 pensieri riguardo “La vendetta della “bretella”…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...