Morbide come un panetto di burro… di karitè!

Scoperto da poco, sebbene immagino con notevole ritardo rispetto al 90% delle donne del pianeta, mi trovo ora con una vera e propria dipendenza da burro di karitè.
Immagino ne esistano di mille marche, io avevo preso questo qui sotto in foto ad un’offerta su privalia insieme ai saponi per fare l’hamman casalingo. In tutta onestà non so dirvi se questo è migliore o peggiore di altre marche, credo l’importante sia che non contenga addittivi, coloranti e schifezze varie.

IMG_7368

Quello di cui mi preme maggiormente parlare è il perchè di questa mia dipendenza che credo dopo aver letto il mio tema in merito diventerà anche la vostra.
Partiamo dagli albori della storia e dalle sue caratteristiche:

Il burro di karitè è una sostanza ricavata dai semi della Vitellaria paradoxa, pianta della famiglia delle Sapotaceae diffusa in Africa.
I suoi semi vengono anche chiamati per semplicità noci di karitè. La pianta del karitè è un vero e proprio albero che può raggiungere un’altezza compresa tra i 10 e i 15 metri e il diametro del cui tronco tocca facilmente il metro.
A partire dalle noci del karitè viene ricavata una sostanza burrosa che per le sue caratteristiche viene impiegata come condimento nella tradizione alimentare africana o in cosmesi. Il burro di karitè grezzo è di colore tendente al giallognolo e presenta un odore dolciastro. Per l’utilizzo cosmetico si trova in commercio burro di karitè privato di ogni impurità e deodorizzato, bello, bianco, morbido, profumato… vien quasi voglia di mangiarlo…

Quali sono i benefici?

Al burro di karitè vengono attribuite proprietà emollienti, nutrienti e idratanti, che lo rendono un ottimo cosmetico naturale per la cura della pelle. E’ utilissimo quindi per la prevenzione delle rughe e per mantenere la pelle giovane ed elastica grazie all’azione antiossidante della  vitamina E, A e D contenuta in grandi quantità
L’applicazione del burro di karitè sulla pelle sia che si tratti del viso che del corpo consente di mantenere il suo colorito naturale e sano, di idratarla e di nutrirla, oltre che proteggerla dagli agenti esterni: raggi solari, vento e freddo, per via delle sue proprietà filmanti e filtranti.

E’ grazie all’impiego del burro di karitè infatti che le donne africane mantengono la loro pelle bella, morbida e giovane anche in età avanzata, tanto che le noci di karitè vengono, dalle loro popolazioni, considerate come il frutto dell’albero della salute e della giovinezza.
Mica stupide a venerarlo se a 60 anni ne dimostrano 30, lo farei anche io!

Utilissimo anche in caso di scottature, se come me, il forno e il ferro da stiro sono accerrimi nemici, per piccole contusioni e dolori articolari, questo per le sue proprietà cicatrizzanti e lenitive del dolore.

Il burro di karitè può essere considerato quindi sia come un rimedio naturale per piccoli incidenti, sia come un cosmetico multiuso. Sostituisce la crema idratante per il corpo se dopo il bagno o la doccia viene applicato e massaggiato in piccole quantità sulla pelle umida, diventa un’ottima crema per il viso in inverno, molto nutriente ed in grado di proteggerla da freddo, vento, pioggia, smog e quant’altro. Stessa cosa dicasi per le mani.

Come se non bastasse può essere d’aiuto per i capelli, in particolare se appaiono secchi o pieni di odiosissime doppie punte usato come impacco pre-shampo. Sostituisce le cere aiutando nella messa in piega a fissare e lucidare i boccoli, o se i capelli sono corti, per renderli lucenti e dargli quel bell’effetto spettinato che va tanto di moda.
In questo caso però usatene proprio poco altrimenti per lavarli poi dovrete consumare mezzo litro di shampoo o infilare la testa nella lavastoviglie… sempre di burro si tratta!

Per i signori uomini può sostituire la crema da barba e rimarginare i taglietti da rasoio. Idem dicasi per le donne quando vi depilate in massimo un quarto d’ora perchè siete in ritardo..
Le donne in gravidanza possono utilizzarlo come crema da applicare sul pancione e sul seno per prevenire le smagliature, se avete un neonato potete tranquillamente usarlo al posto della pasta fissan e similari per le irritazioni da pannolino.

Insomma, ovunque lo mettete fa bene, nutre, lenisce, distente e tonifica, serve a tutto!!!!
Non costa molto, ha un buon profumo e vi rende morbide morbide come caramelle gommose, tutte da coccolare!!!

E… a questo proposito… farvelo massaggiare dal vostro compagno dopo il bagno non è un reato… anzi…

Annunci

5 pensieri riguardo “Morbide come un panetto di burro… di karitè!

  1. che figata…io da un mese uso l’olio di cocco per struccarmi…ma il burrò di karitè…non l’ho mai usato per nulla…ma quindi si può spalmare sul viso tal quale?? Lascia la pelle molto unta?
    Che voglia di provarlo…lo devo cercare…. mi incuriosisce…molto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...